L'alimentazione nel calcio

Alimentarsi in modo corretto prima, durante e dopo gli allenamenti e le partite permette di esprimere al meglio le potenzialità del calciatore … Vediamo come!

Il calcio è un’attività sportiva ad impegno aerobico anaerobico alternato. Durante la partita si alternano momenti di corsa a bassa intensità e momenti di sprint con movimenti veloci e rapidi cambi di direzione a componente prevalentemente lattacida. Fra i singoli giocatori l’attività di camminata, di jogging, di sprint, di dribbling e di salti, può essere distribuita in modo anche molto differente a seconda delle specifiche attitudini e dei ruoli. La disponibilità di glicogeno muscolare è in ogni caso fondamentale per esprimere la massima efficienza durante tutta la partita.

L’alimentazione, nei due o tre giorni che precedono la gara, dovrà essere molto ricca di glucidi complessi sotto forma di derivati dei cereali (pane e pasta) e deve compredere anche carni e pesci magri, uova, latticini, verdura e frutta.
Nell’intervallo della partita è consigliato l’uso di bevande energetiche e saline, mentre durante la partita è preferibile assumere acqua o bevande idrosaline isotoniche.

Gran cura va rivolta all’ultimo pasto prima della gara e al dopo gara, soprattutto in occasione di tornei che prevedono impegni molto ravvicinati.

Dott.ssa Stefania Acquaro Nutrizionista